Urban Legends

Urban Legends: La vera storia di Freddy Krueger

Buongiorno amici Oscuri, oggi voglio tornare a parlarvi di uno dei personaggi più famosi del panorama horror: Freddy Krueger, in caso vi foste persi l’altro articolo dedicato a questo villain leggendario potete recuperarlo cliccando qui.

Conosciamo tutto di lui, il suo passato, la sua furia omicida, e le storie che si sono susseguite nei 10 film che compongono la saga cinematografica. Oggi voglio però parlarvi dell’origine della leggenda.

Incubi Mortali

Siamo a fine degli anni ’70, è ormai terminata la sanguinosa guerra in Vietnam, e gli USA hanno aperto le loro frontiere e molti rifugiati del Sud Est Asiatico, specialmente persone provenienti dalla Cambogia e dal Laos, nazioni flagellate da stermini e genocidi.
In particolare, ad attirare l’attenzione della stampa fu la storia di un ragazzo che per diversi giorni si era rifiutato di dormire, terrorizzato del fatto che poteva essere attaccato da qualcosa nei suoi sogni e di non risvegliarsi più.
Presagio che si avverò presto.
La famiglia racconta di aver sentito delle grida terrificanti nel cuore della notte che provenivano dalla stanza del ragazzo, e di averlo trovato morto nel suo letto.

Questo ragazzo non fu il primo, e neanche l’ultimo.
Dozzine di rifugiati morirono nel sonno in quegli anni, e la cosa particolare è che la maggior parte proveniva dal gruppo etnico Hmnog, ed erano tutti ragazzi dai 20 ai 30 anni, tranne qualche caso sporadico di uomini più grandi.

Nel 1981 uscì un altro articolo che raccontava di Yong Leng Thao, rifugiato negli USA con la moglie, che morì anche lui nel sonno. La donna lo trovò la mattina, freddo, nel letto, con l’espressione di chi stesse piangendo. La sua morte era la quarta negli ultimi nove mesi, e la tredicesima dal 1979.

In poco tempo gli articoli cominciarono a riempire i quotidiani e anche l’opinione pubblica iniziò a preoccuparsi, pensando a un qualche virus che si stava propagando tra la popolazione.

Spiriti

La comunità colpita da queste strani morti non ci mise molto tempo ad attribuire i decessi agli spiriti degli antenati, che facevano visita alle vittime nei loro sogni per ucciderle, colpevoli di aver abbandonato la loro terra, e di non essere riusciti a proteggerla come avrebbero dovuto.
Il panico dilagò, perché lì negli USA non avevano il materiale adatto per compiere rituali di protezione, e quindi sarebbero diventati prede facili di questi spiriti.

Alcuni diedero la colpa anche ai gas nocivi, tra cui il nervino, che inalarono durante la guerra in Vietnam, ma le loro morti non erano riconducibili a queste inalazioni, quindi, per gli appartenenti al gruppo Hmnog, la causa principale era dovuta a questa maledizione.
Gli Hmnog credono, infatti, che oltre al mondo nel quale viviamo, esista un mondo abitato dai loro antenati, e forse nei loro incubi questi antenati potevano raggiungerli e ucciderli per i loro peccati e il tradimento verso la loro terra natia.

Oltre 100 morti

Gli studi su questi casi portarono alla scoperta di oltre 100 morti, per la precisione 117, avvenute oltre che negli USA, anche nel Sud Est Asiatico a partire dalla seconda metà degli anni ’70, ed erano tutti ragazzi sani.
Nessuno sapeva il vero motivo dei decessi, e i ricercatori nominarono questa sindrome:
Sindrome della morte notturna improvvisa e inaspettata SUNDS.
Adler, un professore dell’Università della California, giunse a una conclusione: gli Hmong vennero uccisi dalle loro convinzioni su questo mondo abitato dagli spiriti, anche se la loro morte era probabilmente un’oscura aritmia cardiaca genetica che è prevalente nel sud-est asiatico
Ma tutt’oggi non si ha nessuna spiegazione scientifica e accertata su quanto accaduto.

Incubo

Difficile non fare un parallelismo con quanto popola anche la cultura occidentale: l’Incubo.
Dal latino significa ‘Giacere Sopra‘ e indica uno spirito maligno che giaceva sui dormienti, soffocandoli o congiungendosi carnalmente con loro.
Un senso di pesantezza sul petto, il sentirsi immobilizzati e avere anche allucinazioni, gli effetti della paralisi del sonno. Ne approfitto anche per lasciarvi un approfondimento che ho scritto nel mio blog personale, basta cliccare qui.

Insomma, demoni, spiriti, leggende che accomunano culture e tradizioni così diverse, ma anche morti misteriose, che, però, sono andate a diminuire a partire dal 1986.
Un caso ancora misterioso, al quale la scienza non è riuscita a dare risposta.
Morire nel sonno, essere uccisi in un incubo, deve essere terrificante. E il pensiero di non poter svegliarci più al sicuro nel nostro letto, mi fa gelare il sangue.
117 ragazzi che non volevano dormire, perché sapevano che qualcosa li attendeva lì, nel mondo dove le nostre regole non valgono. Dove l’impossibile diventa possibile, e l‘irreale si trasforma in materia.
Spiriti vendicativi, o una strana aritmia cardiaca.
La risposta non la sapremo mai, ma da questo singolare, e sinistro caso, è nato nella mente di Wes Craven Freddy Krueger.

Sicuramente quando questa notte andrò a dormire ripenserò a queste morti, e forse domattina darò un significato diverso ai miei sogni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...